Newsletter

Third Party Funding: una nuova soluzione per l’accesso alla giustizia

Il Third Party Funding (“TPF”, ossia il finanziamento del contenzioso) è un fenomeno che sta caratterizzando sempre di più il panorama del contenzioso in varie giurisdizioni. Di Marco Pistis e Judy Song — Abbatescianni Studio legale e tributario

Perché fare ricorso al TPF?
Il contenzioso o qualsiasi altra questione che implichi il ricorso a una consulenza legale o l’assegnazione di un incarico a un avvocato comportano un elevato dispendio di denaro. Gli avvocati impiegano una tariffazione oraria, inizialmente non conoscono le circostanze della controversia (e pertanto dedicano molte delle ore pagate al solo studio della questione) e non vi è sempre la garanzia che la soluzione fornita valga effettivamente il denaro speso.

Garantire la possibilità di accesso alla giustizia è molto importante, tuttavia tale possibilità si accompagna di pari passo ai costi della consulenza legale. La sostenibilità di tali costi è diminuita negli ultimi anni, sovente a causa della mancanza di un supporto di carattere statale.

Cos’è il TPF?
Il TPF è un settore in rapida espansione, che vede quali attori investitori speculativi che investono in un’azione legale al fine di influire sul suo andamento e ottenerne una quota del ricavato.

All’indomani della crisi finanziaria globale e sulla scorta della richiesta, da parte della finanza speculativa, di elaborare nuovi veicoli di investimento, il TPF ha consentito l’accesso al regime dei trattati bilaterali di investimento e dei meccanismi di risoluzione delle controversie tra investitore e Stato.

Il TPF si concreta in un accordo con il quale un finanziatore si impegna a pagare gli onorari dell’avvocato e tutti gli altri costi di un’azione legale, in cambio di una quota del ricavato dell’azione o di determinati oneri finanziari (ad esempio, gli interessi). In altre parole, il TPF consente al titolare dell’azione di agire in giudizio senza dover pagare immediatamente i costi dell’azione.

Qual è l’interesse del finanziatore?
I finanziatori considerano le azioni legali alla stregua di strumenti finanziari, nei quali possono investire in cambio di un guadagno che dipende dal successo della lite o dell’arbitrato finanziati. I finanziatori delle cause possono offrire un’ampia gamma di risorse a coloro che siano in cerca di un supporto finanziario per il proprio contenzioso ma non dispongano delle relative risorse economiche.

Nella sua forma più diretta, il finanziatore finanzierà le spese legali e le spese necessarie per perseguire il credito su base pro-soluto, in cambio di una quota dell’attivo prodotto dalla causa. Se la causa ha esito positivo, il finanziatore della controversia recupererà il capitale investito, oltre a una commissione. Se la causa ha esito negativo, il finanziatore perderà il suo investimento, non riceverà alcuna commissione e non avrà alcun diritto a rivalersi contro la parte finanziata.

Un svolta in Europa!
Nonostante il TPF sia un fenomeno in continua crescita in tutt’Europa, esiste ancora un ostacolo costituito dall’accesso alle informazioni relative al suo funzionamento, ai principali attori e alle possibilità che offre. Il Centro Studi TPF è un’iniziativa pionieristica, il cui obiettivo è di divenire il fulcro della promozione, studio e sviluppo del TPF.

Il Centro Studi TPF e il suo scopo
Il Centro ha lo scopo e l’obiettivo di rendere più accessibili le informazioni, le opportunità e gli aggiornamenti sul TPF, creando una piattaforma per discutere di varie questioni, il cui sviluppo sia affidato al dibattito tra i membri del Centro e tutti gli operatori interessati a questo settore.

Vale la pena sottolineare che l’intenzione del Centro è quella di promuovere il TPF attraverso l’organizzazione di varie attività come conferenze, seminari, eventi di formazione, studi e di svolgere la funzione di registro, archivio ed editore di documenti pertinenti, libri e depositario delle best practices riguardanti il TPF. Promuovendo il TPF, il Centro potrebbe fornire una maggiore conoscenza della materia al pubblico, suscitando maggiore interesse verso questa pratica. A lungo termine, questa iniziativa porterà maggiori opportunità di finanziamento per i potenziali attori e un maggior numero di casi degni di nota all’attenzione dei finanziatori.


Soci Benemeriti

Advisory Board

ABB
Alpiq
AXPO ITALIA S.p.A.
Credit Suisse
Helvetia
HUPAC
Lindt
Nestlè Italiana S.p.A
NOVARTIS
Repower
Roche S.p.A.
SBB Cargo International
Schindler
SIKA ITALIA SPA
SWISS International Air Lines
Swiss Post Solutions S.p.A.
Swiss Re
THE ADECCO GROUP
UBS
Università della Svizzera Italiana
Vontobel Asset Management
Zurich Insurance Group

Soci Sostenitori


Abbatescianni
Audemars Piguet
ELITE FR RVB
LabLaw studio legale
Prodir
Taxand
Zack Goodman
streichenberg