Newsletter

Giorgio Berner

Giorgio Berner

Care amiche e cari amici,
non stiamo vivendo un momento particolarmente sereno, in Italia. L’estate è stata funestata da una serie di eventi tragici, di cui il crollo del viadotto a Genova è quello più drammatico.
Inoltre, l’attuale difficile situazione nazionale e internazionale crea timori e incertezze per il futuro: le tensioni a livello economico e politico in Italia e in Europa, il ritorno della conflittualità tariffaria nel contesto globale, l’esito al momento ancora incerto di Brexit e (per quanto ci riguarda più da vicino) la fase delicata delle negoziazioni tra UE e Confederazione possono innescare meccanismi dannosi a effetto prolungato.

Ci è parso perciò utile approfondire alcuni aspetti specifici dei rapporti economici e politici tra Svizzera e Italia, dialogando con alcune personalità di rilievo del nostro Paese.

Innanzitutto abbiamo preso spunto dal passaggio di consegne tra l’Ambasciatore Giancarlo Kessler, destinato al prestigioso incarico presso l’OCSE a Parigi, e l’Ambasciatrice Rita Adam, che ricopriva pari incarico a Tunisi. Ambedue si sono resi disponibili per un’intervista sul nostro magazine.
Pur consapevoli che gli ambasciatori “vanno e vengono”, la partenza dell’Ambasciatore Kessler ci spiace: per quanto ci riguarda, abbiamo avuto modo di apprezzarne la vicinanza alla nostra Camera, la rapidità e l’efficacia dei suoi interventi, la cordialità di rapporto, la capacità di essere vicino alla comunità svizzera in Italia. Grazie di tutto ciò!

Con lo stesso spirito di aperta collaborazione diamo il nostro più cordiale benvenuto alla signora Adam, che assume la responsabilità dell’Ambasciata in questo delicato momento di transizione.
Per fare il punto sullo stato dell’economia svizzera non potevamo chiedere di meglio che pubblicare un’intervista esclusiva al ministro competente, il consigliere federale Johann Schneider-Ammann, la cui testimonianza ci onora.

Di altrettanto interesse è il resoconto dell’incontro, intenso e stimolante, che si è tenuto presso la nostra Camera con Fritz Zurbrügg, autorevole vicepresidente della BNS, sul tema “La Banca Nazionale Svizzera e il quadro economico internazionale”. Siamo perciò in grado di delineare un quadro attuale della situazione economica in Svizzera, dopo che nelle passate edizioni avevamo affrontato temi fondamentali quali la solidarietà, la condizione femminile, l’ambiente.

La disponibilità di tante “firme” prestigiose gratifica oltremodo i responsabili del nostro magazine e siamo molto grati a tutti! Ma soprattutto testimonia uno dei punti di forza del sistema politico svizzero: la vicinanza tra le cariche politiche e la società del nostro Paese.

L’attenzione della Camera non si focalizza solo su aspetti di testimonianza e di comunicazione, ma anche su politiche di aggiornamento, qualificazione e differenziazione della nostra offerta di servizi. In tal senso va letto l’articolo sul TPF Third Party Funding, un servizio innovativo (almeno a livello italiano) per facilitare il finanziamento di contenziosi, anche giudiziari.

Anche in un contesto così incerto come quello attuale, siamo convinti che la Svizzera saprà garantire l’equilibrio tra il necessario dinamismo economico e politico e il costante riferimento alla stabilità dei propri valori. In questa ottica, la nostra Camera si appresta a festeggiare il primo secolo di vita con un volume in uscita la prossima primavera, che ripercorre il cammino di questi cento anni in uno spirito di apertura al futuro.

Giorgio Berner


Soci Benemeriti

Advisory Board

ABB
Alpiq
AXPO ITALIA S.p.A.
Credit Suisse
Helvetia
HUPAC
Lindt
Nestlè Italiana S.p.A
NOVARTIS
Repower
Roche S.p.A.
SBB Cargo International
Schindler
SIKA ITALIA SPA
SWISS International Air Lines
Swiss Post Solutions S.p.A.
Swiss Re
THE ADECCO GROUP
UBS
Università della Svizzera Italiana
Vontobel Asset Management
Zurich Insurance Group

Soci Sostenitori


Abbatescianni
Audemars Piguet
ELITE FR RVB
LabLaw studio legale
Prodir
Taxand
Zack Goodman
streichenberg